Coscienza Svizzera
Coscienza Svizzera - Gruppo di studio e di informazione
Coscienza Svizzera - Gruppo di studio e di informazione

Ritorna

Città Ticino e l'apertura del Ceneri

 

01.12.2020 - RSI Millevoci "Il futuro della Città Ticino" - di Antonio Bolzani con interventi dei geografi Claudio Ferrata e Gian Paolo Torricelli; dell'economista Ivano D'Andrea e Giò Rezzonico, coordinatore e ideatore del gruppo "Manifesto per una trasformazione ambiziosa del Ticino".

 

Il Ticino dovrà essere capace di riposizionarsi per non più essere considerato soltanto un corridoio di transito, ma dovrà cercare di diventare parte viva e dialogante di una realtà sociale ed economica integrata tra Zurigo e Milano, sfruttando, per il suo sviluppo, sinergie e complementarietà con queste due importanti realtà economiche.
Intanto, però c’è chi paventa un calo demografico importante. E allora come muoversi e cosa fare affinché le due gallerie di base, San Gottardo e Monte Ceneri, offrano a questo nascituro ed esteso agglomerato urbano ticinese quelle potenzialità in grado di trasformare e di arricchire, sia sul piano interno sia su quello transfrontaliero, il contesto sociale, economico, scientifico e demografico? Su come potrebbero e dovrebbero modificarsi il volto e il territorio urbano di una nuova città Ticino?

Ospiti di Millevoci i tre relatori delle serate proposte da Coscienza Svizzera e il coordinatore del Manifesto: Claudio Ferrata, geografo, dottore in Scienze economiche e sociali dell’Università di Ginevra, opera nel campo della Cultura del territorio; Gian Paolo Torricelli, geografo, dottore dell’Università di Ginevra è attualmente responsabile dell’Osservatorio dello sviluppo territoriale presso l’Accademia di architettura a Mendrisio e docente USI di Geografia urbana e di Sviluppo territoriale; Ivano D’Andrea, economista, laureato in economia politica presso l’Università di Friburgo, CEO del Gruppo Multi SA dal 1991; Giò Rezzonico, giornalista e coordinatore e ideatore del gruppo "Manifesto per una trasformazione ambiziosa del Ticino".

 

20 Novembre 2020